DittaPosaPiù team

Bonus facciate 2020

bonus facciate, rifacimento prospetti bologna

Bonus facciate 2020

Il bonus facciate come altre agevolazioni in atto usufruiscono della detrazione Irpef e Ires. Ne hanno diritto i privati, per gli interventi su singole abitazioni e condomini, i professionisti (tranne i forfetari) e le imprese per i lavori sui beni strumentali all’ esercizio delle loro attività.

Facciate esterne

Il bonus facciate offre una percentuale di detrazione più alta del solito (90% senza tetto di spesa), ma limitata alle superfici opache delle facciate esterne degli edifici situati nelle zone A e B o ad esse assimilabili sulla base delle norme regionali o dei regolamenti edilizi comunali. Non sono richiesti adempimenti particolari. Solo gli interventi influenti dal punto di vista termico, o che interessino oltre il 10% dell’intonaco della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio, devono attenersi ai requisiti minimi e ai limiti di trasmittanza termica indicati nel DM 26 giugno 2015 (Decreto requisiti minimi) e nella Tabella 2 del DM 11 marzo 2008, poi modificato dal DM 26 gennaio 2010.

Come il bonus ristrutturazioni

l bonus facciate non consente la cessione del credito d’imposta corrispondente alla detrazione fiscale né lo sconto immediato in fattura. Chi intende usufruirne deve accollarsi tutto il costo dell’intervento e recuperare il 90% in dieci anni.

Esempio tinteggiatura esterna

Se prendiamo come esempio la tinteggiatura della facciata in un condominio, siamo in presenza di un intervento di manutenzione ordinaria. Se la facciata è esterna e il condominio è in zona A o B, si può optare per il bonus facciate al 90%. Al venir meno di uno di questi requisiti, l’intervento può essere agevolato con il bonus ristrutturazioni al 50%.

Bonus facciate

La situazione si fa più complessa per il rifacimento del cappotto termico. Negli edifici in zona A e B, se la facciata su cui si effettua l’intervento fa parte del perimetro esterno, si può scegliere tra bonus facciate e ecobonus. Il bonus facciate offre una detrazione più alta, ma non consente né la cessione né lo sconto immediato in fattura (nel caso in cui l’importo dei lavori sia maggiore o uguale a 200mila euro). Per ottenere il bonus facciate, inoltre, i pagamenti devono essere effettuati entro il 31 dicembre 2020. La scadenza dell’ecobonus in condominio è invece fissata al 31 dicembre 2021. Gli interessati hanno quindi più tempo per deliberare gli interventi ed effettuare i bonifici.

Cosa occorre

Alla detrazione fiscale sul recupero e restauro delle facciate si applica il DM 41 del 18 febbraio 1998 del Ministero dell’Economia e delle Finanze – Regolamento recante norme di attuazione e procedure di controllo in materia di detrazioni per le spese di ristrutturazione edilizia. Prima di iniziare i lavori è necessario dotarsi dei titoli abilitativi eventualmente necessari per i lavori che si intendono effettuare. Per i lavori sulle parti comuni degli edifici condominiali è necessaria una delibera assembleare per l’approvazione dei lavori e la ripartizione delle spese e della detrazione sulla base delle tabelle millesimali. È inoltre necessario comunicare preventivamente la data di inizio dei lavori all’Azienda sanitaria locale territorialmente competente, mediante raccomandata, quando obbligatoria, secondo le disposizioni in vigore sulla sicurezza dei cantieri.

Fonte Edilportale

Per maggiori info https://www.edilportale.com/documenti/guide/Guida_al_bonus_facciate.pdf

Impresa edile
DittaPosaPiù

+393358166634

Seguici su google

Via Viazza in Destra,21

40054 Budrio (BO)

ITALIA
Edilizia specializzata
 

Home